PDF Stampa E-mail

ATTIVITÀ LOCALI

 

Termini Imerese

 

  • Iniziativa Comunitaria Occupazione - II Fase - Settore Youthstart - I.C. 2072/E2/Y/R - Progetto “POLLICINO” finanziato dal Ministero del Lavoro U.C.O.F.P.L. (ente attuatore: Consorzio Pollicino di Termini Imerese - Pa)

 

  • Titolarità Progetto “NE VALE LA PENA” - anno 2002 per la realizzazione di “Interventi sperimentali rivolti all’adolescente deviante e/o inserito nel circuito penale attraverso modelli di accompagnamento nell’inserimento sociale che prevedono l’utilizzo di modalità di mediazione”, finanziato con la Legge Regionale 26 marzo 2002 n.2 – art.121 (Fondo Nazionale per le Politiche Sociali – Legge 8 novembre 2000 n. 328) – Regione Sicilia anni 2002-2004.

 

  • Titolarità partnership Progetto “IN-CONTRO – Ipotesi progettuale finalizzata all’organizzazione di un’azione formativa nel campo della mediazione penale minorile e all’avvio di centri attivi in tale settore” - P.O.N. “Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia, 2000-2006” (partners: Ass. DIKE di Milano, Consorzio Matterelli di Brescia e Istituto per la ricerca sociale di Milano – Il Centro Studi ha la responsabilità complessiva del progetto).

 

  • Progetto di Formazione di un gruppo di mediatori nell’area penale minorile a Palermo su incarico del Centro Giustizia Minorile della Sicilia con lettera del Direttore in data: settembre 2002.

 

  • Progetto  “SOLE” - Accordo di Programma Quadro (APQ) Recupero della marginalità sociale e pari opportunità. Priorità programmatica A "Riqualificazione delle aree urbane in condizioni di degrado ambientale ed economico con manifestazioni di disagio sociale, al fine di promuovere il senso di appartenenza alla comunità". Azioni territoriali Regione Siciliana  Ente titolare: Comune di Alcamo (TP). Ruolo del Centro Studi: partner. Area di intervento: Territorio di Alcamo Target: minori in condizioni di disagio Funzioni del Centro Studi: membro del Comitato Tecnico / Scientifico, formazione/aggiornamento referente sviluppo programma di qualità. Contenuto (scopo): Il Centro si rivolge a minori in età scolare, maschi e femmine, caratterizzati da precarie condizioni affettive, familiari, sociali, economiche e culturali e che presentano problemi di abbandono scolastico precoce o problemi di rendimento scolastico, di analfabetismo, scarsa socializzazione, problemi di comunicazione, problemi relazionali e di identità personale.

 

  • Progetto “QUARTIERE AMICO” - Accordo di Programma Quadro (APQ) Recupero della marginalità sociale e pari opportunità. Priorità programmatica A "Riqualificazione delle aree urbane in condizioni di degrado ambientale ed economico con manifestazioni di disagio sociale, al fine di promuovere il senso di appartenenza alla comunità". Azioni territoriali Regione Siciliana. Ente titolare: Cooperativa “Azione sociale” di Messina. Ruolo del Centro Studi: partner. Area di intervento: Comune di Messina. Target: Operatori pubblici (polizia municipale, servizi sociali), insegnanti e giovani. Funzioni del Centro Studi: Sviluppo dei temi specifici del Comitato Tecnico Scientifico. Progettazione dei

 

  • Progetto “U MASTRU” - Accordo di Programma Quadro (APQ) Recupero della marginalità sociale e pari opportunità. Priorità programmatica C " Sostegno a minori e giovani privi di supporto familiare; accoglienza e supporto per minori e donne vittime di violenza e maltrattamento familiare ". Azioni territoriali Regione Siciliana. Ente titolare: Istituto Don Calabria Progetto La Famiglia di Termini Imerese (PA). Ruolo del Centro Studi: partner. Area di intervento: Distretto Sanitario D3 Regione Siciliana. Target: Minori in situazioni di disagio. Funzioni del Centro Studi: Sviluppo dei temi specifici del Comitato Tecnico Scientifico. Formazione. Contenuto (scopo): Sostegno a minori e giovani.

 

  • Progetto “LA VELA GRANDE” - Accordo di Programma Quadro (APQ) Recupero della marginalità sociale e pari opportunità. Priorità programmatica C " Sostegno a minori e giovani privi di supporto familiare; accoglienza e supporto per minori e donne vittime di violenza e maltrattamento familiare ". Azioni territoriali Regione Siciliana. Ente titolare: Associazione Apriti Cuore Onlus di Palermo. Ruolo del Centro Studi: partner. Area di intervento: Comune di Palermo e delle provincie di competenza territoriale dell’USSM di Palermo. Target: Minori / giovani in situazioni di disagio. Funzioni del Centro Studi: Sviluppo dei temi specifici del Comitato Tecnico Scientifico. Monitoraggio e valutazione. Contenuto (scopo): Sostegno a minori e giovani.

 

  • Zen, NET  - Nuove Esperienze Territoriali per lo sviluppo della comunità dello ZEN attraverso la progettazione partecipata: educazione dei giovani, in modo particolare ai valori della legalità. Progetto Finanziato dalla “Fondazione per il Sud” nel Novembre 2008.

 

Veneto

  • Titolarità di n. 9 progetti FSE Regione Veneto Obiettivo tre anno 1999/2000 (DGR 3272 del 21/09/1999)

 

  • Titolarità n. 2 progetti FSE Regione Veneto Obiettivo tre Misura A2 (Area Giovani) anno 2001/2002 (DGR 4284 del 22/12/2000) – Regione Veneto

 

  • Titolarità n. 7 progetti FSE Regione Veneto Obiettivo tre Misura B1 (Adulti Disoccupati) anno 2001/2002 (DGR 2151 del 03/08/2001)

 

  • Titolarità n. 3 progetti FSE Regione Veneto Obiettivo tre Misura B1 (Adulti Disoccupati Extracomunitari) anno 2002/2003 - DGR 4100 del 30/12/2002.

 

  • Titolarità P.O.R. FSE Obiettivo tre Regione Veneto anno 2002/2003 Misura D1 - Progetto "Formazione continua in tema di demenza" - DGR 2149 del 02/08/2002.

 

  • Partnership Attività Territoriali di Orientamento in Obbligo Formativo - Regione Veneto anno 2002/2003 - Progetto "Orientamento in Rete: la scelta vincente del futuro" - DGR 3019 del 29/10/2002 (ente titolare Istituto Statale di Istruzione "Leonardo da Vinci" – Cerea - VR).

 

  • Titolarità P.O.R. FSE Obiettivo tre Regione Veneto anno 2002/2003 Misura C1 Azioni di Sistema - Progetto "DEDALO (Progetto di sistema per la messa a punto di un nuovo modello di formazione professionale per persone diversamente abili) " - DGR 2353 del 09/08/2002.

 

  • Titolarità Progetto DEDALO II – misura C1; Contenuto: sperimentazione di modelli di intervento formativo e professionalizzante per giovani disabili nelle logica del sostegno alle politiche giovanili; Ruolo del Centro Studi: coordinamento del progetto e gestione; Area di intervento: Regione Veneto

 

  • Partnership Iniziativa Comunitaria Equal - Progetto “MERCURIO (Sistema in rete di servizi di promozione professionale ed occupazionale) ”  IT-G-VEN-055 - finanziato dalla Regione Veneto (ente titolare: F.I.C.I.A.P. Veneto).

 

  • Progetto E.A.R. Educare A Realizzarsi. Finanziamento F.S.E. Veneto obiettivo tre misura C2; progetto di orientamento per allievi del Centro di Formazione Professionale “Don Calabria” di Via San Marco. Il progetto è rivolto agli allievi dei primi anni ed è articolato in moduli che partendo dall’accoglienza arriva a formulare un orientamento professionale rivolto al percorso di F. P. intrapreso.

 

  • Progetto C.I.F. Costruiamo Il Futuro. Finanziamento F.S.E. Veneto obiettivo tre misura C2; progetto di orientamento per allievi del Centro di Formazione Professionale “Don Calabria” di Via San Marco. Il progetto è rivolto agli allievi dei secondi anni ed è articolato in moduli che partendo dall’accoglienza arriva a formulare un orientamento professionale sulle attese per l’inserimento del mondo del lavoro.

 

  • Progetto ATOF. Azione Territoriale Orientamento Formativo. Ente titolare: CNOS FAP San Zeno Attività territoriali di orientamento per il diritto - dovere all’istruzione e alla formazione per allievi in obbligo formativo. Al progetto partecipano Istituti Superiori, Centri di Formazione Professionale, Scuole Medie e l’Associazione Industriali e l’UPA. Area di intervento: Verona. Ruolo del Centro Studi: Partner.

 

  • Progetto “AZIMUT” – Progetto Pilota Regionale per la prevenzione del disagio adolescenziale e contrasto alla  devianza minorile attraverso la mediazione nell’ambito del penale come percorso educativo di riparazione. Ente titolare: Istituto Don Calabria Comunità San Benedetto di Verona. Ente finanziatore: Regione Veneto – D.G.R. 3963 del 31/12/2001. Ruolo del Centro Studi: partner.

 

Emilia Romagna

  • Legge 236/93 Progetto “Digital Enterprise” finanziato da Regione Emilia Romagna

 

  • Ricerca su “JOB COACHING e supporto all’impiego per persone con disabilità” (procedura Just in Time) – Piano delle attività di formazione professionale anno 2001 FSE Ob.3 Asse B Misura B1 – Progetto n. 605 - finanziato da Provincia di Ferrara.

 

Piemonte

  • Partnership Iniziativa Comunitaria Equal - Progetto “SONAR (Sistema Operativo Negoziale Attivazione Risorse) ” IT-G-PIE-012 - finanziato dalla Regione Piemonte – Direzione Formazione Professionale e Lavoro (ente titolare: Provincia di Novara).

 

  • Progetto “LA GHIANDA - OLTRE IL TRAUMA” finalizzato all’inserimento socio-lavorativo di soggetti con disabilità acquisita (da trauma cranico, mielolesione, uso di sostanze da sintesi – EQUAL asse 1 occupabilità/geografico; Ente titolare: ENAIP Piemonte. Ruolo del Centro Studi: partner. Area di intervento: Regione Piemonte.

 

Calabria

  • Partnership su Iniziativa Comunitaria Occupazione - II Fase - Settore Horizon - I.C. 2419/E2/H/R - Progetto “NUOVI ORIZZONTI” finanziato dal Ministero del Lavoro U.C.O.F.P.L. (ente attuatore: Coop. Arcobaleno a r.l. di San Giovanni in Fiore - Cs)
  • Attuazione Progetto “ALBA: per una nuova cultura del territorio in grado di migliorare la vita dei minori e dei genitori” presentato ai sensi della Legge 285/97 (ente titolare Comune di San Giovanni in Fiore) – Finanziamento terza annualità

 

 


 

Altre Regioni

  • Progetto di sperimentazione della mediazione penale minorile, Piano integrato socio regionale, Regione Toscana – anno 2003.

 

  • Progetto di sperimentazione della mediazione penale minorile, Amministrazione Provinciale di Brescia, anno 2002/2003.

 

  • INSIEME NELLA METAMORFOSI… Per il sostegno al rafforzamento di associazioni e coop. sociali volto ad offrire servizi per l’integrazione sociale dei disabili e, ove possibile, anche inserimento in attività lavorative e potenziamento di Case-famiglia per disabili esistenti. Finanziato dalla Fondazione per il Sud nel Dicembre 2009. Centro Studi: partner - Basilicata.
Ultimo aggiornamento Mercoledì 19 Ottobre 2011 13:53