PDF Stampa E-mail

Lavoratori disabili

Si definisce “lavoratore disabile” una particolare fascia di utenza dei servizi per il lavoro, per la quale è prevista la promozione dell’inserimento e dell’integrazione lavorativa mirata (in particolare verso aziende con più di 15 dipendenti, per le quali è previsto un obbligo; legge 68/99):

  • persone in età lavorativa affette da minorazioni fiscihe, psichiche o sensoriali e ai portatori di handicap intellettivo, che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%
  • persone invalide del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33%
  • persone non vedenti o sordomute
  • persone invalide di guerra, civili di guerra o per servizio

Le persone con disabilità si possono iscrivere alle liste per il collocamento mirato dei disabili di esclusiva pertinenza dei Centri per l’impiego delle amministrazioni provinciali.

 

Servizi erogati ai lavoratori disabili

Il servizio viene erogato sia ai lavoratori disabili, sia alle imprese che intendono assumere persone iscritte alle liste per il collocamento mirato dei disabili.

 

Il servizio offre:

incrocio tra domanda e offerta di lavoro;

consulenza sulle norme di legge e le relative procedure;

sostegno all’inserimento lavorativo mirato in azienda, con l’apporto di personale esperto per l’azione di tutoraggio

 

Legge di riferimento

Legge 68/1999: norme per il diritto al lavoro dei disabili e relativo regolamento di esecuzione DPR n. 333 del 10 ottobre 2000

Alcuni ambiti dei servizi del collocamento mirato appannaggio delle Amministrazioni Provinciali possono essere appaltati a servizi privati. Gli ambiti sono, ad esempio, la valutazione delle abilità lavorative, l’incrocio tra persona e azienda, tutoraggio e accompagnamento.

Ultimo aggiornamento Lunedì 17 Ottobre 2011 13:53